WORLD MAP (about sustainable fashion)
Denim Candiani / Lenzing Tencel, laser, pumice stone, sandpaper, pigments, Recycrom and other materials
approx. 500 X 300 cm
2021 


With the support of Fondazione Pistoletto and Officina +39, Biella
EN

The work has been developed in the frame of Circul Art 2, a project curated by Cittadellarte, Fondazione Pistoletto of Biella with the aim of integrating art, fashion and business on the theme of sustainability.

World Map (about sustainable fashion) starts from a reflection on the imbalances in economic and political relations at an environmental level. Ryts Monet has chosen the image of the planisphere made by decrease, wearing down and consuming a denim fabric support until the image of an exhausted Earth was generated, reduced to shreds.
The intention of the work is to raise questions about the impact that the hyper-consumerist market and the massive extraction of resources already have and will have in the future both locally and globally.
It also questions the ambiguity of political and economic choices in a globalized world that run counter to the need for environmental awareness.

The artwork was presented to the public at Arte al Centro 2021, in the spaces of the Pistoletto Foundation.



IT

L’opera é stata realizzata nel contesto di Circul Art 2, un progetto a cura di Cittadellarte, Fondazione Pistoletto di Biella con l’obiettivo di integrare produzione artistica, moda e impresa sul tema della sostenibilità.

World Map (about sustainable fashion) ha origine da una riflessione sugli squilibri nei rapporti economici e politici a livello ambientale. Ryts Monet ha scelto l'immagine del planisfero realizzata per sottrazione, logorando e consumando un supporto di tessuti denim fino a generare l'immagine di una Terra esausta ormai ridotta a brandelli.
L’intenzione dell’opera è quella di sollevare delle domande sull'impatto che il mercato iper-consumista e la massiccia estrazione di risorse hanno e avranno in futuro, su scala locale e globale.
Inoltre l'opera si interroga sull’ambiguità delle scelte politiche ed economiche di un mondo globalizzato che vanno in controsenso con le necessità di sostenibilità e consapevolezza ambientale.

L’opera é stata presentata al pubblico in occasione di Arte al Centro 2021, presso gli spazi della Fondazione Pistoletto.






Installation view at Arte al Centro 2021, Fondazione Pistoletto Cittadellarte, Biella